x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Se la M2 Competition non era abbastanza...

7 maggio 2018
di Tommaso Ferrari
  • Salva
  • Condividi
  • 1/10
    Bmw migliora ulteriormente la nuova M2, rendendola ancora più sexy

    A differenza della M5 Competition, la nuova M2 ha ricevuto un trattamento con i fiocchi da mamma Bmw, che dopo aver sostituito il motore originale con quello della M4 ha pure speso parecchio tempo ad affinare sospensioni, qualità e divertimento alla guida rendendola un’auto desiderabilissima e apparentemente senza molto da aggiungere al pacchetto. Evidentemente però la casa tedesca non la pensa allo stesso modo visto che ha già rilasciato numerosi accessori della serie ‘M Performance Parts’ per perfezionare e rendere ancora più speciale la M2 Competition. Innanzi tutto, le sospensioni: Bmw ha sviluppato nuove molle e ammortizzatori ancora più aggressivi che abbassano l’altezza di guida di altri 20 mm, e che peraltro sono regolabili nel caso vogliate spendere ore a ricercare l’assetto perfetto per la vostra ammazza giganti. Un’altra chicca è un inedito sistema di telemetria, con cui misurare con precisione i vostri dati e tempi sul giro, scaricabili e confrontabili tramite un’App e un cavo Usb.

    Se la M2 Competition non era abbastanza...

    Oltre alle modifiche alle sospensioni, anche i freni sono stati migliorati con pinze dipinte in rosso brillante e soprattutto un sistema a sei pistoncini all’anteriore e quattro al posteriore, che aiutano a ridurre le masse non sospese di 3,2 chili; tutto questo è nascosto dietro a cerchi ridisegnati da 19 pollici che calzano gomme semi-slick Michelin Pilot Sport Cup 2. Tutto il resto è carbonio. Il cofano – che ha anche un nuovo disegno – , il tetto, il baule, le griglie, il battitacco e la copertura del motore infatti possono essere sostituiti con componenti interamente in fibra di carbonio per ridurre il peso e abbassare il baricentro; tutte queste modifiche vanno a braccetto con un nuovo e bellissimo kit estetico che include splitter frontale, minigonne, spoiler e estrattore, tutti fatti in materiali superleggeri. Oh, e se non volete proprio farvi mancare niente si può acquistare persino un nuovo volante in Alcantara con Race Display integrato, giusto per non far brutta figura in pista.

    Se la M2 Competition non era abbastanza...
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta